Blog

17 Giu

Lettera dal Carcere

IL MIO GIORNO FORTUNATO 14 febbraio Bel giorno di innamorati, ma pure il mio giorno fortunato perché per la prima volta vado in permesso alla fondazione. Ma pensavo come poteva essere il mio amore visto che ero chiuso in casa per tre giorni. Mi accompagnò padre Moreno, ma entrai in casa e mi sentivo un estraneo ma ben ospitato da un ragazzo che aveva preparato un buon pranzo, pensavo che fosse un detenuto ma era l’educatore della fondazione. Mi da la mia...

12 Giu

EX DETENUTO CONFEZIONA MASCHERINE PER DETENUTI IN CARCERE

Anche al tempo di Covid-19 si possono vivere momenti unici e fare esperienze che rallegrano l’anima. Nella nostra casa di accoglienza sono state confezionate delle mascherine per i detenuti in carcere. Un gesto di solidarietà e sostegno verso coloro che stanno chiusi in carcere. A cucirle un ex detenuto ospite dalla nostra Fondazione e il pomeriggio del 4 maggio 2020 sono state consegnate ai detenuti della Terza Casa Circondariale Rebibbia – Roma. A portarle all’interno della casa di reclusione è stato...

27 Mag

EVANGELIZZARE IL PREGIUDIZIO

Noi sappiamo che l’uomo non è i suoi errori. L’uomo è uomo, è persona, è amato e creato da Dio, quindi il nostro impegno è quello di far emergere quella bellezza originaria che c’è in ogni person ...

11 Mag

Lettera dal carcere

questa idea è nata dopo aver parlato con padre Moreno di una lettera giunta a sorpresa da una nonna di 65 anni dal centro anziani di sant’Egidio, abbiamo parlato un po’ su questa cosa e lui mi ha parlato della pagina FB della Fondazione e gli ho chiesto se potevo scrivere del carcere.  Mi ha dato l’ok e ora con cuore inizio a scrivere… Cari amici, mi dispiace delle condizioni difficili che state vivendo chiusi nelle vostre case, pure io/noi siamo chiusi...

24 Mar

Gli strumenti per la “rieducazione del condannato” – Testimonianza di Antonio B.

Gli strumenti per la “rieducazione del condannato” Può sembrare un paradosso, ma ha più difficoltà a parlare del carcere proprio chi lo conosce meglio, vivendolo o avendolo vissuto da detenuto. È una difficoltà che nasce non solo dalla sofferenza, che ogni esperienza di reclusione inevitabilmente genera, ma anche da una sorta di pudore: quel pudore che si coglie quando ci viene chiesto di raccontare ad altri la nostra vita, nei suoi aspetti più personali. Perché per il detenuto il carcere coincide con...

senso della vita
24 Mar

Un nuovo senso della vita – Testimonianza di Rocco A.

Un nuovo senso della vita Ricordo ancora perfettamente il mio arrivo alla Fondazione “La Sesta Città di Rifugio” la sera del febbraio 2016. Era freddo, ma io non lo sentivo tanto ero impregnato della libertà appena riacquistata. Sono uscito dal carcere di Rebibbia alla rinfusa, avevo con me due bustoni grandi (quelli neri per la spazzatura) che mi avevano dato per portare via i miei effetti personali, e tanta voglia di normalità. Tutto era molto confuso, ricordo le diverse emozioni che si...

oltre le apparenze
03 Mag

Lo sguardo oltre le apparenze

Quanto c’è di buono nelle cose Pancali dismessi che diventano oggetti utili e belli, vecchi mobili che liberati della patina del tempo e dallo sporco rivelano bellezze imprevedibili. Facciamo anche questo, più per istinto che per programma, insieme e singolarmente cerchiamo di scoprire quanto c’è di buono nelle cose. Metafora involontaria e insieme perfetta dell’idea che ogni uomo racchiude un potenziale spesso invisibile ai suoi stessi occhi, la propria ἀρετή dicevano i greci, la propria virtù. Scoprire questo significa compiere la propria...

benedizione irlandese pellegrini
15 Nov

Fine permanenza di Gaetano

Benedizione irlandese dei pellegrini E festa sarà! Cena di saluto per la fine della permanenza nella nostra comunità di Gaetano, lo accompagniamo con l’antica benedizione irlandese dei pellegrini: “Sia la strada al tuo fianco, il vento sempre alle tue spalle, che il sole splenda caldo sul tuo viso e la pioggia cada dolce nei campi attorno e, finché non ci incontreremo di nuovo, possa Dio proteggerti nel palmo della sua mano”. ...

semi speranza
11 Nov

Piantiamo semi di speranza

Al nostro arrivo nella casa rifugio era terra incolta, erbacce e abbandono che con il lavoro paziente e generoso dei nostri amici si è trasformato in un orto che generosamente produce spezie e ortaggi che diventano pranzi e cene per noi e gli amici che vengono a trovarci. Semi piantati e curati che ci mettono in attesa di un risultato incerto cui dedichiamo i nostri sforzi e la nostra convinta determinazione. ...

pianta di ulivo
23 Ott

La pianta di ulivo

L’ALBERO DELLA PACE: LA PIANTA DI ULIVO Alla fine della celebrazione dell’Eucaristia domestica, abbiamo benedetto la pianta di ulivo che ci è stata donata e che abbiamo piantato nel nostro giardino. L’ulivo è riconosciuto come albero della pace e porta numerosi altri significati: rigenerazione e riconciliazione; è il segno della Misericordia di Dio per ciascuno di noi; inoltre l’ulivo come lo conosciamo oggi è il risultato dell’incontro di ben 11 diverse popolazioni provenienti tanto dall’est quanto dall’ovest del Mediterraneo, potente simbolo di sintesi tra tradizioni diverse. La...

X